MF Dow Jones - Avvio del roadshow di Officina Stellare

Officina Stellare: parte il roadshow, forte interesse da investitori.
(fonte) MILANO (MF-DJ)

Ha preso il via oggi il roadshow di Officina Stellare, societá basata a Sarcedo (Vicenza) specializzata nella progettazione e produzione di telescopi e strumentazione ottica ed aerospaziale.
Secondo quanto raccolto da Mf-Dowjones il roadshow toccherà le città Di Milano e Roma e l'azienda, in base alle prime indicazioni, sembra riscuotere un forte interesse da parte degli investitori. Il debutto dovrebbe avvenire entro l'estate.

Come sottolineato recentemente dal Ceo e co-fondatore di Officina Stellare, Giovani Dal Lago, i proventi della Ipo su Aim serviranno a sostenere i progetti di Ricerca e Sviluppo e a diventare una vera e propria 'space factory' riconosciuta a livello mondiale.
Officina Stellare, in dettaglio, è una Pmi innovativa attiva nella progettazione e produzione di telescopi e strumentazione ottica ed aerospaziale "d'eccellenza", sia ground-based che space-based, per finalità scientifiche, di ricerca o legate alla difesa, all'osservazione ad alta risoluzione della superficie della terra (Earth Observation) e comunicazione laser.

Fondata nel 2009 da Riccardo Gianni (Presidente), Giovanni Dal Lago (Amministratore delegato) e Gino Bucciol (Chief Business Development Officer), ai quali si è aggiunto nel 2012 il socio e consigliere Fabio Rubeo, si distingue nel settore come una delle poche aziende al mondo Con disponibilità interamente in-house di tutte le conoscenze e le capacità necessarie allo sviluppo, alla realizzazione e alla messa in funzione dei propri prodotti.

Officina Stellare annovera moltissimi clienti di primaria importanza come la NASA, il KASI (Korea Astronomy and Space Institute) e altre importanti agenzie spaziali, oltre a molti dei principali player internazionali corporate e governativi del mercato aerospaziale e del mercato della difesa
(US Air Force, Aeronautica Italiana, aziende del gruppo Leonardo, etc.). In molti altri casi, nei quali la collaborazione riguarda aspetti particolarmente strategici o tecnologicamente rilevanti, il rapporto è protetto da precisi accordi di riservatezza. 

La società punta a diventare appunto la prima 'space factory' riconosciuta a livello mondiale, consolidando la propria posizione di leadership nella New Space Economy.
Nel processo di ammissione alla quotazione Officina Stellare è affiancata da Ambromobiliare come Advisor Finanziario e da Banca Finnat in qualità di Nomad e Global Coordinator.

La societá è inoltre affiancata dallo Studio Legale Chiomenti in Qualitá di Advisor Legale, dallo Studio Pompanin Dimai come Tax advisor e da Hepteris Studio come advisor per il Business Plan. La societá di revisione incaricata è Mazars, mentre Close to Media è consulente per la comunicazione.

(Marco Fusi)